Impianti Sospesi

Sono essenzialmente costituiti da carriponte di piccole dimensioni sospesi a strutture esistenti o predisposte appositamente per coprire un'area di lavoro. In questi ultimi anni, grazie alla loro facilità di utilizzo, questa soluzione si è diffusa in moltissimi ambienti industriali.

I principali vantaggi sono:

 

  • costo estremamente ridotto rispetto ad un carroponte classico anche di pari portata.

  • è possibile la loro installazione anche in ambienti in cui non vi è alcuna predisposizione senza dover apportare lavori e/o modifiche alle opere edili.
    Anche nel confronto con le gru a colonna e/o a bandiera vi è questo vantaggio in quanto non esigono dei vincoli strutturali particolari.

  • sono estremamente più manovrabili, avendo minore inerzia, delle gru a bandiera stesse.

la loro conformazione "autonoma ed indipendente" permette un facile spostamento in altre zone in ogni momento senza l'apporto di modifiche.

Gli impianti sospesi utilizzano per il sollevamento paranchi elettrici a catena, i movimenti orizzontali possono essere a spinta o motorizzati. Le strutture sono normalmente realizzate "in canalina" nella versione a spinta ed in trave nella versione con movimenti orizzontali motorizzati. La componentistica costruttiva è standardizzata sia per i "ponti" che per le "vie di corsa", svariati sistemi di attacco consentono la sospensione nelle più diverse situazioni.

 

La standardizzazione in canalina "a spinta" prevede:

 

Portate 125 - 250 - 500 - 1000 kg.

Larghezze da 3 m a 7 m.

 

Mentre la versione "in trave" motorizzata prevede:

 

Portata fino a 2000 kg.

Larghezza fino a 8 m.

Share by: