Gru a Bandiera

Le GRU A BANDIERA, a rotazione manuale, in versione a "Colonna" ed a "Parete" sono realizzate per la movimentazione locale delle merci all'interno di uno stabilimento, di un piazzale o in asservimento a postazioni operative.

 

Esse assolvono a tre funzioni:

SOLLEVANO verticalmente il carico nello spazio, tramite il gancio dell'unità di sollevamento, generalmente costituito da un paranco a catena o elettrico e per mezzo degli accessori idonei per tale operazione;

 

TRASLANO il carico nello spazio, con l'ausilio di un carrello porta paranco, elettrico o manuale, che scorre lungo l'asse radiale del braccio della gru;

 

RUOTANO il carico nello spazio, attorno all'asse di vincolo del braccio, tramite azione di spinta manuale del carico stesso, asservendo l'area circolare sottostante, delimitata dal raggio di rotazione del braccio.

Differenze tra "colonna" e "parete"

Le gru a bandiera a "COLONNA" sono generalmente previste per essere vincolate al suolo, la colonna è autoportante e può essere fissata a terra tramite tirafondi, su apposito plinto di fondazione o, in casi particolari dopo accertato la fattibilità, anche con tasselli ad espansione o a fissaggio chimico.

Le gru a bandiera a "PARETE" sono invece generalmente previste per essere vincolate ad una struttura esistente (pilastri, pereti, corpi macchina, ecc.), tramite un sistema di staffe e tiranti o con viti di fissaggio ovvero, previa verifica, con tasselli ad espansione o a fissaggio chimico.

N.B.: Sono poi fornibili gru a colonna con rotazione motorizzata per portate, altezze e sbracci superiori. Queste macchine, utilizzate frequentemente per l'alloggio dei natanti, sono state realizzate con portate fino a 25 ton - sbracci di 8 m dotate di doppie braccia divaricate e argani di sollevamento sdoppiati: 12,5 + 12,5 ton. In questo caso la versione "marina" è equipaggiata con accessori e "trattamenti" per l'ambiente altamente corrosivo.

Share by: